Decompressione del nervo pudendo – Background

L’obiettivo della perineologia è trattare ogni difetto del perineo con la giusta procedura. La decompressione del nervo pudendo (PND), è teoricamente una procedura di base in perineologia grazie alla sua capacità di trattare il problema di neuropatia del pudendo.

Prima di entrare nei dettagli di questa procedura, è necessario ricordare l’anatomia del nervo pudendo. Questa anatomia è ancora controversa.

Mentre riassumendo i dati della letteratura e dei risultati delle nostre dissezioni, la probabile anatomia del nervo pudendo si presenta come segue. Il nervo pudendo è un nervo misto composta da fibre motorie e sensitive. Le sue fibre nascono dalle radici sacrali S2, S3 e S4. Una volta che le radici attraversano il forame sacrale, si dividono in rami autonomici che formano il plesso pelvico (innervazione parasimpatica degli organi pelvici), e rami somatici che emergono per formare il nervo pudendo viaggiando sotto il muscolo piriforme.

Near its formation point, it gives a levator branch running on the inner (upper) surface of the levator plate and providing the innervation of this muscle [ 4 ]. Vicino al suo punto di formazione, che dà una succursale in esecuzione sul muscolo interno (superiore) superficie del muscolo piatto e fornendo la innervazione di questo muscolo [4].

Per Barbiere questo nervo proviene direttamente dalle radici S3, S4 o S5. Alcune fibre somatiche provenienti da S2 e S3 corrono vicino al plesso pelvico ad innervare il muscolo elevatore dell’ano e lo sfintere uretrale. Caudalmente, il nervo pudendo entra in un piccolo spazio tra il legamento sacro-spinoso e il legamento sacro-tuberoso molto vicino alla spina ischiatica. Inferiormente alla spina ischiatica, il nervo dà la sua prima diramazione, il nervo dorsale del pene o nervo clitorideo. Questi nervi sono separate dal tronco principale dalla vena e arteria pudenda. Poi, entra nel canale di Alcock formato da una divisione dell’aponeurosi del muscolo otturatore. Nel canale il nervo attraversa il bordo del legamento sacro-tuberoso. Caudalmente, a livello dell’ano, il nervo decorre medialmente nel nervo rettale inferiore (di solito due rami), che innerveranno lo sfintere anale (e probabilmente il pubo-rettale) e la pelle del perineo posteriore e anterolateralmente il ramo del perineo traverso (per questo muscolo, per il muscolo ischiocvernoso e forse per lo sfintere uretrale). La parte rimanente del nervo è solitamente chiamato il nervo perineale. Questo nervo da il ramo bulbocavernoso e, infine, si divide in un ramo sfincterico (innervazione dell’uretra) e un ramo che innerva la pelle del perineo anteriore.

La sindrome canalicolare del pudendo (PCS) e il suo trattamento chirurgico sono state descritte da Shafik nel 1991. Questa sindrome è indotta dalla compressione o la distensione del nervo pudendo nel canale di Alcock. La sindrome si presenta con incontinenza fecale, dolore, ipo o iperestesia e incontinenza urinaria da sforzo (e di impotenza nei maschi). Alcuni studi importanti sono stati fatti in precedenza da Amareno e Robert, ma questi autori si sono focalizzati principalmente sul dolore, che è solo una parte della sindrome. La causa della PCS non è sempre chiara, ma è spesso possibile trovare una compressione (ciclismo, tempi protratti in posizione seduta, ematomi …) o uno stiramento (perineo discendente, chirurgia, consegna ….) del nervo pudendo nel canale di Alcock nella storia del paziente. Un cambiamento nella forma o orientamento della spina ischiatica indotta da alcune attività atletiche durante la gioventù potrebbe anche spiegare alcuni casi.

I segni clinici e di indagine risultati proposti da Shafik per confermare la diagnosi di PCS prima di un intervento chirurgico sono: lassità sopra il canale del pudendo nella fossa ischio-rettale, diminuita sensibilità del perineo, debole o assente il riflesso anale, ridotta attività EMG dello sfintere esterno dell’ano e aumenta la latenza del pudendo. La procedura chirurgica descritta da questo autore (approccio trans-perineale) consiste nell’apertura del canale di Alcock per dare al nervo pudendo una lunghezza sufficiente per essere ridisteso e/o per sopprimere la compressione.

L’approccio trans-gluteale proposto da Robert per il trattamento della nevralgia del pudendo aiuta ad aprire anche la “pinza” tra il legamento sacro-spinoso e il legamento sacro-tuberoso tagliando uno o due di loro.

Fino allo studi di Shafik nel 1991, alcune domande circa l’effetto della PND sulla PCS sono rimaste aperta. Nessuna pubblicazione ha confermato l’efficacia di questa pratica chirurgia per la risoluzione dell’incontinenza fecale o dell’incontinenza urinaria. Anche l’esistenza di una vera e propria PCS non è mai stata convalidata.
L’obiettivo di questo studio è stato quello di rispondere alle seguenti domande:

Non vi è alcun effetto di PND bilaterale secondo Shafik su:

1) Tre principali sintomi di PCS?

– Perineodinia (vulvodinia, dolore perineale, proctalgia)

– Incontinenza fecale

– Incontinenza urinaria

2) Tre segni clinici di PCS?

– Anormale sensibilità

– dolore al canale di Alcok

– dolore allo “skin rolling test”

3) Due test neurofisiologici?

– Elettromiografia (EMG), dello sfintere anale e dei muscoli bulbocavernosi.

– Studio della latenza del nervo pudendo (PNTML).

Qual è il valore clinico dei suddetti tre segni clinici nella diagnosi di PCS?

Annunci

40 Responses to Decompressione del nervo pudendo – Background

  1. cinzia ha detto:

    mi chiamo Cinzia, da 1 anno e mezzo soffro anche io di questo dolore terribile aiutatemi a contattare qualcuno che possa aiutarmi

  2. DANIELA ha detto:

    IO SONO STATA OPERATA DA JACQUES BECO CHE LAVORA IN BELGIO DI DECOMPRESSIONE DEL NERVO PUDENDO. LUI E’ UN ALLIEVO DI SHAFIK.
    SONO PASSATI QUATTRO MESI E STO COME PRIMA MA DEVO ASPETTARE FINO AL MASSIMO 18 MESI PER CAPIRE L’ESITO DELL’OPERAZIONE
    CIAO CINZIA SE CERCHI SU INTERNET TROVI I NUMERI DI TELEFONO PER PRENOTARE

    DANIELA

  3. sonia ha detto:

    Ciao ,
    da un anno e mezzo soffro di vestibolite vulvare.
    la vestibolite sta migliorando ma non riesco a far andar via la clitoralgia.
    qualcuno mi sa dire cosa fare e se è legata al nervo pudendo?
    …o a chi rivolgermi.

    vi ringrazio

    • irene ha detto:

      salve anch’io credo di avere il suo stesso problema, ma solamente ora dopo svariate ricerche su internet sono venuta a conoscenza di questo mondo di gente sofferente, a cui credo di appartenere. Il suo post è del 2008, volevo sapere se ha trovato delle risposte e come sta oggi, a distanza di questi anni, è migliorata? Se si, cosa l’ha aiutata e chi magari?

  4. savino ha detto:

    Mi chiamo petrone savino e sono di bari ho 45 anni, e da 5 anni soffro di un problema all’apparato genitale. Le volevo anticipare il mio problema. Come ho detto è da 5 anni che soffro e non riesco ad uscirne fuori All’inizio avevo una fortissima infezione alla prostata che ho trascurato molto, le mie urine puzzavano in maniera incredibile e credevo che sarebbe passato da solo prima o poi. La mia vita sessuale era molto attiva e avevo rapporti frequesntissimi almeno 2 o 3 volte al giorno Con mia moglie, poi una notte mentre stavamo avendo un rapporto ho sentito di colpo una contrattura al pene fin sotto all’ano e con dolori che partivano dalla parte dorsale del pene fin sotto. Questo mi ha causato una perdita di sensibilità improvvisa al glande con difficoltà all’erezione e i dolori ai tendini dorsali del pene che mi sono portato per anni e che durante l’erezione mi duolevano ancora di più e tutt’ora persistono questi dolori e credo che questa contrattura mi abbia compresso il nervo pudendo in quanto la sensibilità del glande si è ridotta notevolmente.Noto che quando c’è l’erezione che ora purtroppo la devo stimolare tramite il viagra i tendini sono contratti molto e mi fanno male non riesco a tirare su il pene anche sforzandomi molto, specialmente un tendine al centro del pene lo sento più grosso contratto e che mi duole di più.in questi 5 anni non sapendo bene qual’era il mio problema ho girato mari e monti nella ricerca di una cura che mi facesse stare meglio, curando la prostata con antibiotici e consultando moltissimi primari urologi che mi hanno detto che la ,prostata al di la di una lieve ipertrofia non ha nulla di gravee he non da questo genere di dolori. Ho fatto ecografie transrettali ,spermiogrammi, spermioculture, urografia,uroflussometria ecc.tutti questi esami non avevano grosse rilevanze.il problema principale che poi era quello reale non l’ho mai trattato con una cura adeguata, trascurandolo econtinuando ad avere rapporti che mi peggioravano sempre più la situazione in quanto la semplice erezione mi fa male portandomi dolori ai tendini. Solo il bentelan mi fa bene mi disinfiamma la zona e mi da un paio di giorni di sollievo, ma poi tutto ritorna come prima, ho provato a iniettarlo sotto il perineo vicino l’ano dove è li che sento nascere la maggior contrattura e mi fa bene, ma solo momentaneo.Stando seduto o in piedi mi duole molto .E’ troppo forte e dolente questa contrattura che vivo ora, e che non riesco proprio a conviverci.se sto in piedi o seduto è una sofferenza totale in quanto sento la zona molto tesa e contratta e nel corso delle ore mi aumentano sempre più i dolori, solo stando a letto si rilassa un po e riesco a stare meglio.Le chiedo se una risonanza possa rilevare la contrattura e vedere se ci sono calcificazioni. Mi chiedo è possibile un intervento chirurgico sui tendini centrali sospensori del pene E liberare il pudendo li stretto? Ma soprattutto liberarmi da questi dolori? Spero in una sua risposta imminente in quanto la sofferenza è tantissima e mi condiziona la vita, e eventualmente fissare un appuntamento per una visita. La saluto cordialmente Petrone Savino
    Petrone Savino Via Piave n°99 70125 Bari tel. 0805561706 email:savinucc@libero.it

  5. Alopro ha detto:

    Business opportunity for self motivated people that can work from home
    marketing a range of Aloe Vera
    Products. Earn unlimited funds by developing your own sales distributors in
    any World markets.

    Please visit us.

    http://www.mlm-mall.com/

  6. savino ha detto:

    ciao, sono stato operato da jaques becò il 23 luglio 2008, era confermata la compressione e stiramento del pudendo bilaterale. la tecnica usata è stata quella transperineale, il dottore becò mi ha detto che per valutare l’esito dell’intervento ci vogliono 18 mesi.oggi anche se è ancora molto presto non avverto nessun cambiamento.se qualcuno potesse rispondermi su un mio quesito. Il punto nevralgico che sento maggiormente il fastidio è sotto l’ano, ossia alla sua gintura fino al glande con contrattura avendo il pene in erezione e molto dolente.Stando in piedi la sofferenza aumenta, vorrei sapere se a parte il nervo li ci sono tendini che partono dall’ano fino al glande e se vi è una cura per far si che quei tendini o fibre muscolari possano rilassarsi e avere la loro elasticità. vi ringrazio se mi dareste una risposta . il mio indirizzo di posta è savinucc@libero.it

  7. piero cecchi ha detto:

    devo fare esami neurofisiologici per disfunzione erettile. In che cosa consistono? Sono fastidiosi o dolorosi? grazie

  8. giuseppe ha detto:

    Per Svino: Prova ad andare dal Prf. Guercini a Roma. E’ in gamba. A me ha diagnosticato un’infiammazione del pudendo e mi ha ordinato una cura mirata. io a Genneio-Febbraio ci torno. Se vuoi sapere di più ecco la mia e-mail avvgr3@virgilio.it

  9. emilio ha detto:

    Dove posso andare per avere eventuale conferma o esclusione di infiammazione al nervo pudendo?

  10. francesco ha detto:

    Ciao a tutti,
    consiglio a tutti di visitare il sito http://www.pudendo.it dove si possono trovare molte info…

  11. arturo ha detto:

    Saluti a tutte e a tutti!!E’ da molto tempo che soffro di questo male. Ho girato a Bologna da vari Dottori , ma buio completo. Ora il male è aumentato e non riesco quasi più a stare seduto. Esiste una terapia per alleviare subito il dolore, visto che debbo viaggiare spesso in aereo, 6- 7 ore di volo? Cosa mi cosigliate come visite, anche all’estero?? Grazie infinite!!

  12. vorrei sapere se e molto doloroso lesame elettromiografia alla gamba sinistra grazie caterina

  13. umberto ha detto:

    ciao mi chiamo umberto e ho lo stesso vostro problema sono5 anni non riesco piu ad andare avanti dopo tante terapie e esami diagnostici ce stato un medico che mi ha diagnostico la compressione del nervo pudendo.che devo fare?

  14. vesna savic ha detto:

    aiuto mi chiamo vesna e abbito in swizzera ho le cisti di tarov ma po esere nevo puden
    do che mi ha rovinato la vita non cisti?

  15. Sandra ha detto:

    Buongiorno chiedo consulto in seguito un intervento di emorroidi.
    L’intervento è andato male e mi è stato lesionato un nervo (nevrite). Aiutatemi a risolvere il problema

    clari_welling@hotmail.it

    Cordiali saluti sig.ra Sandra

  16. aldo ha detto:

    avete mai provato con l’osteopatia? l’osteopata è in grado di trattare manualmente e con buone probabilità di riuscita l’osso sacro e il plesso pudendo, inserendolo in un trattamento meccanico manuale globale. ne trovate sicuramente diversi nella vostra città basta digitare su google: OSTEOPATA seguito dal nome della vostra città.

  17. Francesco ha detto:

    Regards for the efforts there’s set up this. very interesting info.

  18. I’d have to test together with you here. Which isn’t something I normally do! I delight in reading a submit that may make folks think. Additionally, nice one for permitting me to remark!

  19. Good website! I really love what it’s simple in my little eyes along with data are incredibly written. I’m questioning selling and buying domains could be informed when an exilerating new post has been
    created. I’ve enrolled in your RSS which have to your! Have a relatively great day!

  20. Harlan ha detto:

    Please let me know if you’re looking for a author for your blog. You have some really good articles and I believe I would be a good asset. If you ever want to take some of the load off, I’d really like to write some content
    for your blog in exchange for a link back to mine.
    Please send me an e-mail if interested. Thank you!

  21. House designer ha detto:

    I’m quite sure I will understand many new stuff in such cases! Good luck for your upcoming!

  22. Dedra ha detto:

    Happy post. I’ll definitely comeback. I beloved perhaps around you may receive accomplished below.

  23. idevices ha detto:

    While i initially commented I clicked the -Notify me when new comments are added- checkbox and
    after this every time a remark is added I will be four e-mails with the same comment.
    Could there really be any way you can remove me from that service?
    Thanks!

  24. Gabriel ha detto:

    I appreciate, result in I discovered exactly what I was having a look for.
    You’ve ended my four day long hunt! God Kudos man. Have got a great day. Bye

  25. a week and also transform your physique very quickly.

    While they are struggling to pack on any muscle at all, you.

    How to build muscle fast for men is through training in the gym
    or field.

  26. vetement chient ha detto:

    Asking questions are genuinely nice thing if you are not understanding something completely, except this paragraph gives pleasant understanding yet.

  27. I am actually happy to glance at this web site posts which carries lots of helpful facts, thanks for providing these information.

  28. Excellent items from you, man. I’ve consider your stuff previous to and you’re just too fantastic.
    I actually like what you’ve bought right here, really like what you are stating and the way in which wherein you are saying it. You’re
    making it enjoyable and you continue to care for to stay it wise.
    I can’t wait to learn much more from you. This is actually a terrific web site.

  29. loss supplement ha detto:

    Hi! I realize this is sort of off-topic but I needed to ask.
    Does building a well-established website like yours take a lot of work?
    I’m brand new to blogging however I do write in my journal daily. I’d like to start a
    blog so I will be able to share my personal experience and feelings online.
    Please let me know if you have any kind of suggestions or tips for brand new aspiring bloggers.

    Thankyou!

  30. Please let me know if you’re looking for a article writer for your site. You have some really great articles and I think I would be a good asset. If you ever want to take some of the load off, I’d absolutely
    love to write some material for your blog in exchange for a link back to
    mine. Please send me an email if interested.
    Kudos!

  31. Melba ha detto:

    You’re so awesome! I do not think I’ve truly read through a single thing like this before.
    So wonderful to find another person with a few genuine thoughts on this
    subject. Really.. thannk you for starting this up. This
    site is onne thing that’s needed on the internet, someone with
    a bit of originality!

  32. Heya! I’m at work surfing around your blog from my new apple iphone!

    Just wanted to say I love reading your blog and look forward
    to all your posts! Carry on the superb work!

  33. I got this website from my buddy who told me concerning this
    web page and at the moment this time I am browsing this site and reading
    very informative posts at this time.

  34. meg ha detto:

    Salve, ho 26 anni e la mia vita e` un calvario da 3 anni.Ho riportato una frattura al coccige e trauma cranico in seguito ad un incidente e da li è cominciato il mio calvario:
    la frattura del coccige non mi ha permesso di potermi sedere correttamente per piu di un anno facendomi assumere posizioni sulle cosce e altri modi per potermi cercare di riposare. In seguito dolore PERINEALE CRONICO ora insopportabile ormai e una sensibilita`fastidiosissina a tutta l`anca sinistra compresa zona perineale coccige (dolorosissimo e sensibile) gluteo sinistro dolorante fianco pelvi coscia e retro fino al piede 24 h su 24 tranne quando prendo sonno.Ho preso molti farmaci e parecchie infiltrazioni in loco e seppure il dolore al coccige si e`alleviato anche se di poco il mio calvario no. Sono una serie di sintomi cronici.Il dolore parte dalla zona coccigea verso tutto il fianco sinistro compreso gluteo e una parte della zona lombare,si irradia nella zona pelvica sinistra e riscende su tutto l`arto creando una serie di dolori dietro la coscia,il polpaccio e sul ginocchio.La sensazione di addormentamento accompagnata da dolore e bruciore va avanti da 2 anni e mezzo creando subito stanchezza non appena sto alzata o faccio qualche movimento.Diversi specialisti mi hanno visitata e uno mi ha dato la diagnosi di contrattura al fianco sinistro conseguente a frattura del coccige ma non ne vedo il riscontro.Uso una ciambella ma stare seduta anche sulla ciambella mi porta un appesantimento sul fianco sinistro doloroso anche su tutto il bacino molto fastidioso con sensazione dolorosa sotto la coscia e sensibilita`. Durante le sedute con un osteopata e` stato riscontrato che ho un deficit degli adduttori molto alto e la zona perineale molto sofferente infatti alla palpazione leggera sento dolore gia sulla pelle se piu decisa molto dolore e tanta sensibilita`.Ha cercato di trattare un nervo , pudendo .. ma sto sempre piu` male.Prima ballavo adesso devo stare o sdraiata o alzata ma non resisto piu di 15 minuti poi comincio a perdere forze a sentire bruciori dolori forti e torcimenti come mi capita anche a letto ma oltre alla sensibilita` perenne almeno dormo 4/5 ore a notte.Adesso mi e` stato detto di non fare alcuna terapia ma di usare solo la ciambella, ma non riesco ad usarla,i dolori sono lancinanti e io non ne posso piu, ho fatto diversi esami risonanze rx agli arti e bacino ma non mi viene data una spiegazione e soluzione per questi forti dolori.Vorrei sapere quale patologia puo essere legata al mio stato ed eventuali esami.Attualmente sono in questo stato di dolore cronico da tre anni e nella zona perianale e in quella dove dovrei poggiare il gluteo e parte della zona genitale quando mi siedo sento un dolore fortissimo, non riesco più a sopportare.
    Un Professore a Bologna mi ha indicato la visita da un neurologo in quanto pensa si tratti del nervo PUDENDO.
    15 giorni fa ho subito un intervento in laparoscopia per togliete due polipi uno sottomucoso nell`endometrio uno nella cervicale e i dolori sono aumentati.
    iO SO SOLO che ho dolori cronici da quasi tre anni e la mia vita non esiste più, vorrei sapere che esami fare per arrivare a tale diagnosi del pudendo e se c’è un bravo specialista a cui rivolgermi e fare un ricovero completo di tutte le indagini in una clinica per avere delle risposte. Grazie mille

  35. rxmek ha detto:

    Cialis brasile discount farmacia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: